La Dea Madre Mediterranea

La Venere Dormiente

Italiano Sardu English

La Venere dormiente

Stile Volumetrico Ellissoidale – Alt. 8cm – Terracorratta. Località Atzadalai
Teti, Museo Archeologico Comprensoriale

 

Venere di Teti
Decimoputzu
È una delle più antiche opere d’arte della Sardegna (4700-4400).
La statuina è stata rinvenuta durante lavori di bonifica insieme ad una notevole quantità di schegge di lavorazione e materiale vario (asce di pietra, cuspidi di frecce in ossidiana, grattatoi).
È da inserire fra le statuine steatopigie e si può interpretare come una “venere grassa” o una “Dea Madre dormiente”. La forma, levigata, mette bene in evidenza l’abbondanza del bacino e le braccia raccolte sotto il seno, mentre sono solo un accenno l’incisione asimmetrica degli occhi, naso, bocca.