La Dea Madre Mediterranea

La Venere di Macomer

Italiano Sardu English

Venere di Macomer

Stile naturalistico – alt. 14 cm – basalto
Cagliari Museo archeologico Nazionale

 

Venere di Macomer
macomer
E’ sinora la più antica fra quelle rinvenute in Sardegna, tanto che se ne era ipotizzata l’appartenenza al Paleolitico Superiore. Fu raccolta in una cavernetta di probabile destinazione sacrale, in cui vi erano anche ceramiche di varia forma appartenenti alla cultura di San Michele (2000 a.C.). Le sue caratteristiche: stante, nuda, marcatamente adiposa nei glutei, ricordano le statuette steatopigie. La testa è piccola e appena abbozzata, i piedi uniti in una massa amorfa terminante a cono per inserirsi probabilmente in un appoggio basale. Il profilo angolare del viso sporgente suggerisce un muso o becco “animalesco”, quasi astratto, irreale, disumano, immagine su cui il Prof. Giovanni Lilliu ipotizza l’idea di una dea-uccello. L’insieme delle caratteristiche la distingue e la rende unica nel suo genere